Menu
La banda larga

La banda larga

Sono anni che in questo...

Civica in VIII una sfida della Sinistra

Civica in VIII una sfida della Sini…

La sfida della sinistra n...

Un impegno per fare, in condivisione.

Un impegno per fare, in condivision…

Comincia oggi un ciclo di...

I serbatoi di pensiero, o “Think Tank” sono molto di moda

I serbatoi di pensiero, o “Think Ta…

L’enorme potere dei “se...

Paulownia la pianta sconosciuta fonte di tante energie.

Paulownia la pianta sconosciuta fon…

Roma, storia di Alessan...

Omega 3, alimentazione e salute Psico-fisica

Omega 3, alimentazione e salute Psi…

Nuovo studio evidenzia ...

Applicazioni Tecniche Europee

Applicazioni Tecniche Europee

Circa 25 anni fa in organ...

CHIAMATA DIRETTA DEI PRESIDI

CHIAMATA DIRETTA DEI PRESIDI

Un poco di storia, due ca...

L'autonomia della scuola e la sua privatizzazione

L'autonomia della scuola e la sua p…

Nel corso della mia carri...

Prev Next

L'autonomia della scuola e la sua privatizzazione In evidenza

L'autonomia della scuola e la sua privatizzazione

Nel corso della mia carriera scolastica si sono avvicendati tanti colleghi, presidi, dirigenti, segretari, dsga, bidelli, ata e chissà quante altre sigle dovranno definire gli operatori della scuola. 

Salvo rarissimi casi, di solito caratterizzati dalla immobilizzazione nel ruolo di docente che dopo tanti anni perde gli entusiasmi nei confronti del lavoro che effettua, non mi è mai capitato di incontrare docenti incompetenti o incapaci di interagire con gli studenti.

Ho quasi sempre trovato colleghi che amano il proprio lavoro ed a costo di grandi sacrifici personali si sono aggiornati ed ahnno condotto pratiche di qualità con i loro alunni.

Qualche volta ho vissuto atteggiamenti punitivi nei confronti dei ragazzi o bocciature che avrebbero potuto essere indirizzate verso un abbandono scolastico in itinere ma che comunque sarebbero risultate fallimenti.

Ogni ministro ha voluto lasciare il segno per passare alla storia coronando il sogno di protagonismo confondendo i suoi lavoratori e disorientando gli alunni.

Il postulato della pubblica istruzione "ogni ministro è peggiore del precedente" purtroppo si è mantenuto.

L'articolo 33 della costituzione italiana sancisce che:

L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento.

La Repubblica detta le norme generali sull'istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi.

Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato.

La legge, nel fissare i diritti e gli obblighi delle scuole non statali che chiedono la parità, deve assicurare ad esse piena libertà e ai loro alunni un trattamento scolastico equipollente a quello degli alunni di scuole statali.

E` prescritto un esame di Stato per l'ammissione ai vari ordini e gradi di scuole o per la conclusione di essi e per l'abilitazione all'esercizio professionale.

Le istituzioni di alta cultura, università ed accademie, hanno il diritto di darsi ordinamenti autonomi nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato.

L'articolo 34 della costituzione italiana sancisce che:

La scuola è aperta a tutti.

L'istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.

I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.

La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso.

L'autonomia scolastica che si vuole far passare come una panacea per la realizzazione di piani di studi personalizzati e ricerca del personale non è altro che il primo passo della privatizzazione della scuola statale.

Già oggi gli istituti e licei si sostentano e realizzano servizi per gli alunni per mezzo del così detto "contributo volontario" che in pratica è una tassa indiretta per i genitori degli alunni.

Realizzando il piano dell'autonomia, lentamente anche le scuole dell'obbligo verranno portate ad essere finanziate dai genitori degli alunni anche se la costituzione la prevede gratuita.

La focalizzazione della riforma sul concetto di merito è solo una illusoria e demagogica proposta che non ha ragione di vittoria perchè la qualità dell'insegnamento si ottiene solamente per mezzo della personalizzazione dei programmi e degli obiettivi di insegnamento; questa non è una mia opinione ma la risultanza delle pratiche di sperimentazione dei licei maxi sperimentali relalizzata per anni in Italia.

La chiamata diretta degli insegnanti è un altro bluff in quanto i criteri di valutazione del merito dei docenti così come proposti in questa riforma non è attuabile, è faraginosa e irrealizzabile.

La necessità di reperire fondi per la crisi finanziaria porterà ad un ulteriore aggravio lavorativo per i docenti che già devono ogni anno assumersi altre incombenze come la compilazione dei PDP.

Se oggi il governo propone di investire nella scuola è perchè la situazione degli impianti scolastici in Italia è per cetti aspetti disastrosa e pertanto mettere in chiaro i fondi da spendere è un ottimo viatico per ufficializzare una falsa bontà della riforma. Certe spese del resto sono irrinunciabili.

Con l'autonomia della scuola lo stato pian piano sarà legittimato a non fornire software, sussidi, manutenzioni ordinarie, e sopratutto criteri di qualità.

La scuola non è mai stata certificata dallo stato ne mai lo sono stati i suoi dipendenti, nessuna impresa di qualità si sognerebbe di fare questo in tempi moderni.

Pertanto sono profondamente amareggiato da quste forme di squalificazione della scuola italiana che nel giro di 15 anni è stata modificata, ridotta, squalificata e distratta dai criteri di economia e risparmio senza considerarla come unica alternativa alla crescita sociale e culturale del paese.

 

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Altre News

Ambiente

Paulownia la pianta sconosciuta fonte di tante energie.

Paulownia la pianta sconosciuta fonte di tante ene…

28 Marzo, 2016 | Hits:414

Roma, storia di Alessandro e Fabrizio: i due trentenni che scommettono sulla p...

Ambiente

Omega 3, alimentazione e salute Psico-fisica

Omega 3, alimentazione e salute Psico-fisica

27 Marzo, 2016 | Hits:582

Nuovo studio evidenzia che l’integrazione di Omega-3 può contribuire al tratta...

World

Ristorazione ed Expo 2015

Ristorazione ed Expo 2015

20 Dicembre, 2014 | Hits:575

Cantone: “Voglio carte su affidamento senza gara a Eataly”. Farinetti: ‘Potrei m...

World

Partiamo da un ossimoro: l'Italia è un paese libero

Partiamo da un ossimoro: l'Italia è un paese liber…

04 Giugno, 2014 | Hits:720

Dopo aver celebrato la festa della Repubblica, mi sorge spontaneo il pensiero di...