Menu
La banda larga

La banda larga

Sono anni che in questo...

Civica in VIII una sfida della Sinistra

Civica in VIII una sfida della Sini…

La sfida della sinistra n...

Un impegno per fare, in condivisione.

Un impegno per fare, in condivision…

Comincia oggi un ciclo di...

I serbatoi di pensiero, o “Think Tank” sono molto di moda

I serbatoi di pensiero, o “Think Ta…

L’enorme potere dei “se...

Paulownia la pianta sconosciuta fonte di tante energie.

Paulownia la pianta sconosciuta fon…

Roma, storia di Alessan...

Omega 3, alimentazione e salute Psico-fisica

Omega 3, alimentazione e salute Psi…

Nuovo studio evidenzia ...

Applicazioni Tecniche Europee

Applicazioni Tecniche Europee

Circa 25 anni fa in organ...

CHIAMATA DIRETTA DEI PRESIDI

CHIAMATA DIRETTA DEI PRESIDI

Un poco di storia, due ca...

L'autonomia della scuola e la sua privatizzazione

L'autonomia della scuola e la sua p…

Nel corso della mia carri...

Prev Next

Il mio programma per Roma In evidenza

Il mio programma per Roma

Amici dell’Ambiente

"Sentite quello che dice il cuore, sentite quello che dice la natura, sentite quello che dice l'amore, amate il mondo, la natura, voi stessi, amate gli altri, abbiate rispetto dell'umanità e di quello che Vi circonda".

Il movimento Amici dell'Ambiente si  presuppone di realizzare dei progetti per la salvaguardia e per il controllo dell'ambiente, della fauna e della flora, dell'ecologia, della sostenibilità ambientale, dell'inquinamento elettroacustico e gassoso.

Cooperazione per Roma

L’unica via di uscita per stimolare la creazione di posti di lavoro è il cooperativismo. Se tutte le aziende avessero i lavoratori nei consigli di amministrazione, probabilmente, i fallimenti diminuirebbero. Il padrone da sempre in Italia non vuole né i sindacati né i lavoratori nei consigli di amministrazione perché la maggior parte di loro persegue una linea d’illecita amministrazione utile a non pagare le tasse e i contributi; pertanto la presenza dei lavoratori non gli consentirebbe di farlo. Basta esaminare i plurimi fallimenti di Eldo, Centro Giotto ecc. per averne coscienza. Le società cooperative a responsabilità limitata sono la soluzione sia all’associazionismo sia alle S.r.l. tradizionali perché nascono per garantire il lavoro agli associati che sono parte integrante dell’azienda stessa sia per lo scopo sia per la scelta degli obiettivi da perseguire.

Disabili per Roma

Per mezzo di azioni concrete sia legislative che di quartiere è necessario porre rimedio all’abbandono dei meno abili in luoghi poco dignitosi e in centri di recupero a lunga degenza mal organizzati e soprattutto a numero chiuso. Anche il problema della viabilità, dei sussidi, dell’accompagnamento e della solitudine degli anziani diventati disabili riveste un’importanza estrema specialmente considerando l’aumento dell’età media. I circoli, le osterie, i centri anziani, tutte queste strutture devono essere vicine al cittadino anziano e/o disabile.  

Musicisti per Roma        

In ogni quartiere è necessario avere a disposizione un luogo dove poter suonare e parlare di cultura musicale, gestito da cooperative di lavoratori dello spettacolo in convenzione con i Municipi. Anche la distribuzione dei bar, pub, piccoli cinema, teatri, deve rispettare delle regole affinché ogni cittadino possa avere vicino alla propria abitazione un luogo idoneo dove poter socializzare. E’ auspicabile istituire un Fondo di Solidarietà per i Musicisti che sia disponibile per gli associati per suonare in pubblico senza accettare i contratti capestri che obbligano i gruppi musicali a portare i propri amici nei locali dove vanno a esibirsi altrimenti non suonerebbero. Il FSM è uno strumento indispensabile per organizzare e pianificare eventi con una forza contrattuale maggiore a tutela della categoria dei musicisti. 

 

Polo Museale di RomaEur

Riconvertire tutte le risorse di Eur '42 a musei all'aperto e negli stupendi saloni all'uopo costruiti.

Studenti per Roma

Le scuole devono essere dei luoghi aperti per il cittadino, quest’aspetto deve rivestire la partecipazione di tutti gli elementi sociali e culturali dei quartieri. Esiste il D.P.R. 567/96 che regola tutti gli aspetti della partecipazione dei cittadini in unione all’utilizzo delle strutture scolastiche. Oggi l’uso degli impianti scolastici per il territorio, è riservato alle palestre ed alle associazioni sportive ma, non è abbastanza; con il passaggio dei beni delle scuole medie superiori ai Comuni si dovranno compilare nuovi regolamenti affinché le scuole siano aperte a tutte le attività culturali e sociali e non restino dei feudi chiusi di proprietà dei dirigenti scolastici.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Altre News

Ambiente

Paulownia la pianta sconosciuta fonte di tante energie.

Paulownia la pianta sconosciuta fonte di tante ene…

28 Marzo, 2016 | Hits:327

Roma, storia di Alessandro e Fabrizio: i due trentenni che scommettono sulla p...

Ambiente

Omega 3, alimentazione e salute Psico-fisica

Omega 3, alimentazione e salute Psico-fisica

27 Marzo, 2016 | Hits:481

Nuovo studio evidenzia che l’integrazione di Omega-3 può contribuire al tratta...

World

Ristorazione ed Expo 2015

Ristorazione ed Expo 2015

20 Dicembre, 2014 | Hits:507

Cantone: “Voglio carte su affidamento senza gara a Eataly”. Farinetti: ‘Potrei m...

World

Partiamo da un ossimoro: l'Italia è un paese libero

Partiamo da un ossimoro: l'Italia è un paese liber…

04 Giugno, 2014 | Hits:623

Dopo aver celebrato la festa della Repubblica, mi sorge spontaneo il pensiero di...